Conoscere le farine può salvare la vita dei tuoi cari e la tua

Gli alimenti più consumati da noi italiani, sono i preparati di farina, come pasta pane e pizza, la conoscenza di saper scegliere può salvarci la vita.

Come promesso, scrivo questo post per tutte quelle persone che hanno intenzione di iniziare a stare bene, partendo dall’ alimentazione.

Oggi parleremo di farina di grano tenero, come sceglierla e quali fare attenzione a non acquistare perché terribilmente pericolose per il nostro organismo

Il grano tenero o frumento è originario del medio oriente.

Questo tipo di farina è alla base di moltissime preparazioni: pane, pizze, focacce, torte, brioches, biscotti, dolci lievitati e così via.

In parole povere quando hai bisogno di farina, 9 volte su 10 acquisti farina di grano tenero.

I più grandi produttori di grano tenero sono Cina, India, Usa e Russia.

L’Italia nel 2007 era al 19° posto e non essendo autosufficienti importiamo il 70% del grano tenero che consumiamo e negli ultimi 20 anni la percentuale ha continuato ad aumentare.

Sai perché la percentuale continua ad aumentare ?

La risposta più ovvia e perché la popolazione continua a crescere e il bisogno di farina aumenta,

invece NO, la cosa clamorosa e che la popolazione italiana è stabile, anzi negli ultimi anni a causa della crisi le nascite sono diminuite.

E allora perché le importazioni aumentano ?

Perché la massiccia attività edile, ha creato una riduzione delle superfici coltivate e oggi copre solo il 60% del fabbisogno.

Ecco perché siamo costretti a importare il grano dalle altre nazioni, ma questo non è un bene, perché oltre ad avere altre leggi che disciplinano la coltivazione, IL GROSSO PROBLEMA è il trasporto.

Per far arrivare 2,3 milioni di tonnellate di frumento ( questi sono i numeri di importazione), ci serviamo delle navi cargo, che stivano nelle loro pance i chicchi di grano e per giorni navigano in mare.

Ora la logica ci porta a pensare che, il prodotto che si trasporta è di tipo naturale e per sua natura si evolve, muta e marcisce.

E secondo te, i produttori di farina possono pensare di perdere un carico da milioni di euro solo per del marciume ?

Non penso, e sai cosa fanno, annaffiano il grano con dei prodotti chimici per stabilizzarlo e che purtroppo ingeriamo a nostra insaputa, perché nessuno denuncia la situazione.

– Il Canada ha dichiarato che:  questa materia prima non la usiamo neanche per gli animali ,

e noi la diamo ai nostri figli sotto forma di pane, pizza e pasta…

” Piero ho capito ma cosa posso fare per non rischiare di far ingerire questi veleni  ai miei figli ? “

Te lo dico subito, ma prima fermati un attimo perché voglio parlarti della classificazione,  altrimenti rischi di non capire la soluzione al problema. Ti consiglio di continuare la lettura.

Il frutto che produce la spiga di grano tenero si chiama Cariosside ( vedi foto ).
La buccia esterna costituisce la CRUSCA, poi c’è il GERME (embrione) e infine l’ENDOSPERMA.
Nell’endosperma si concentra l’amido e le proteine che formano il glutine ( la proteina che negli ultimi anni ha reso intolleranti milioni di persone).

Nella maggior parte delle produzioni di farine il chicco viene privato del germe e della crusca, viene mantenuto solo l’endosperma, che verrà poi rotto e macinato in fasi successive per produrre la farina del tipo desiderato.

I tipi di farine (grano tenero) che puoi trovare in commercio sono:

farina 00
farina 0
farina di tipo 1
farina di tipo 2
integrale

La legge italiana ha deciso di classificare in questo modo, in base al contenuto di minerali. Più è basso è il contenuto di minerali, più la farina è stata prodotta con il solo endosperma e quindi è più bianca.

Ma la logica ci porta a pensare che, più una farina è bianca, più è stato utilizzato l’endosperma e più la concentrazione di amido e glutine è alta !!

Ma che cos’è il GLUTINE ??

Il glutine è un complesso proteico formato da GIADINA e GLUTENINA,
queste due proteine quando entrano in contatto con l’acqua formano una sostanza appiccicosa e collosa.

Formare glutine è facile, ti basta prendere un po’ di farina, versarci dell’acqua e iniziare a impastare, ed è quella sostanza che ti si attacca e fatichi a eliminare quando ti lavi le mani.

Ma che cos’è l’AMIDO ?

L’amido è una catena formata da particelle di glucosio attaccate tra di loro, viene impiegato nell’industria della carta, in quella alimentare, nella fabbricazione di colle.

Si anche nelle colle!!!

Ora vorrei che facessi una riflessione:

MA se prodotti finiti come la pizza o il pane o i biscotti, sono formati da SOLO farina bianca o farina 00 e la maggior parte delle farine vengono importate dall’esterno,

quanto può essere dannoso per un corpo dopo 20 anni ??

Stiamo ingerendo tutti i giorni veleni che servono a stabilizzare un prodotto e le sue caratteristiche principali sono: appiccicoso e colloso,

come pretendiamo di non ritrovarci intolleranti ??

Il nostro corpo per smaltirle ha bisogno di uno sforzo immenso, allora mi chiedo:

Perché non scegliere meglio le farine  ?

  • Dobbiamo iniziare a controllare la sua provenienza ( leggere le etichette ),
  • Fidarci del prodotto che arriva dalle nostre terre, perché fa meno strada.  
  • Cominciare a consumare farine con un buon contenuto di fibre, eliminando per sempre quelle troppo lavorate come la 00.
  • Bandire ristoratori, pizzaioli, multinazionali che producono i loro prodotti con quel tipo di materia prima..

Solo così possiamo migliorare la nostra vita e lasciare una consapevolezza e delle abitudini migliori ai nostri figli.

Pensaci …

A presto 

Piero 

————————————————————————————————

CLICCA QUI, se vuoi ricevere un arancino o un dolce in regalo ??? 

Oppure inserisci QUI SOTTO il tuo nome e la tua e-mail e in pochi secondi riceverai il tuo regalo !

[modulo activecampaign = 14]

——————————————————————————-

0 comments on “Conoscere le farine può salvare la vita dei tuoi cari e la tuaAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *