Conoscere le farine può salvare la vita dei tuoi cari e la tua

Gli alimenti più consumati da noi italiani, sono i preparati di farina, come pasta pane e pizza, la conoscenza di saper scegliere può salvarci la vita.

Come promesso, scrivo questo post per tutte quelle persone che hanno intenzione di iniziare a stare bene, partendo dall’ alimentazione.

Oggi parleremo di farina di grano tenero, come sceglierla e quali fare attenzione a non acquistare perché terribilmente pericolose per il nostro organismo

Il grano tenero o frumento è originario del medio oriente.

Questo tipo di farina è alla base di moltissime preparazioni: pane, pizze, focacce, torte, brioches, biscotti, dolci lievitati e così via.

In parole povere quando hai bisogno di farina, 9 volte su 10 acquisti farina di grano tenero.

I più grandi produttori di grano tenero sono Cina, India, Usa e Russia.

L’Italia nel 2007 era al 19° posto e non essendo autosufficienti importiamo il 70% del grano tenero che consumiamo e negli ultimi 20 anni la percentuale ha continuato ad aumentare.

Sai perché la percentuale continua ad aumentare ?

La risposta più ovvia e perché la popolazione continua a crescere e il bisogno di farina aumenta,

invece NO, la cosa clamorosa e che la popolazione italiana è stabile, anzi negli ultimi anni a causa della crisi le nascite sono diminuite.

E allora perché le importazioni aumentano ?

Non è una lettura per i deboli di spirito

Ti starai chiedendo chi è questo signore ?

Lo scoprirai tra breve ma prima voglio metterti in guardia su questa lettura perché non voglio in alcun modo urtare la tua sensibilità, quindi se non hai voglia di leggerlo fermati qui.

Ieri è stata una giornata particolarmente pesante, mi sono estraniato dal mondo e ho passato il pomeriggio a riflettere.
Sinceramente non ero molto sicuro di dar voce ai miei pensieri facendone un articolo pubblico, poi  questa mattina,mi sono svegliato e mentre facevo colazione guardavo il parcheggio ancora buio e deserto di fronte a casa mia ( si, mi alzo molto presto alla mattina ) e mi sono detto:

” le persone hanno il diritto di sapere “

Ti ripeto l’argomento è pesante quindi se non hai voglia di ascoltarlo, ti prego di fermarti qui.

Faccio una piccola prefazione e ti dico che sto scrivendo questo articolo con il cuore in mano, gonfio di inquietudine e se solo riuscissi a cambiare la vita di una sola persona, sarei un uomo contento.

La scorsa settimana ho assistito a ben 3 funerali, l’ultimo ieri pomeriggio, più che altro amici, uomini e donne di cui conoscevo molto bene la patologia, erano tutti e tre malati di tumore e non un tumore in generale ma quello all’ intestino.

So che queste morti potrebbero essere lette come alcune tra tante, ma quando hai un padre malato della stessa patologia, ti giuro che è solo sintomo di preoccupazione intensa, una maledetta preoccupazione che ti accarezza la mente e lo spirito.

L’Oriente ci frega la pizza

Come capita per i migliori marchi di abbigliamento, la moda e la tecnologia,
ora l’oriente sposta la sua attenzione sul food o meglio sulla nostra amata pizza.

Questa volta, non sono i cinesi ma i giapponesi che attirati dalla bontà di questo prodotto ne diventano ossessionati a tal punto da venerare il pizzaiolo come un dio, 
un po’ quello che gli italiani fanno con il Cracco della situazione.

E non perdono tempo, prendono il primo volo per imparare come si fa la vera pizza Napoletana, nella patria della pizza,
altro che il tuo pizzaiolo, che scrive sull’insegna della pizzeria

” Vera pizza napoletana “

poi se gli fai due domande, ti guarda come se gli avessi chiesto la scissione dell’atomo.

” Roadhouse, il ristorante che non c’era “

” Ti stai chiedendo perché ho citato lo slogan di questa nota catena di ristoranti ? “

Te lo spiego subito, ma prima facciamo un salto indietro, altrimenti mi prendi per matto.

Ieri sera, come accade anche a te, sono rientrato tardi a casa, distrutto da una giornata di lavoro.

Mi sono tolto le scarpe e mi sono spiaggiato tipo balena sul divano, ho allungato il braccio e ho afferrato il telecomando per accendere la tv.

Quando ho visto il programma che stavano dando, i miei occhi si sono spalancati, il mio corpo si è attivato e mi sono messo comodamente seduto sul divano.

Non puoi crederci ?!!

in tv davano fast N’ lought, se non hai minimamente idea di cosa sia, è un reality show televisivo statunitense che narra di due appassionati di hot road, pazzi scatenai che restaurano e vendono automobili.

E’ una trasmissione che mi fa letteralmente impazzire.

hai ragione … so cosa stai pensando. Però sono un maschio e amo incredibilmente i motori !!

Ma non appena Aron ( il primo meccanico, non che uno dei protagonisti)  sta per accendere l’auto, il motore non parte e la scadenza è tra soli 6 ore, e mi chiedo:

” come faranno a sistemare il motore in 6 ore?  di notte? “

 mi dico: ” non ce la faranno mai è impossibile”

eeee in quell’istante  ..

Ma la pizza è veramente cancerogena ???

 

 

 

 

Questa è una domanda che si sono posti in tanti e che ha attirato l’attenzione delle televisioni di tutto il mondo, ma oggi voglio attirare la tua e farti riflettere.

Ma la pizza è veramente cancerogena???

La risposta è … SI (ma)

Si la pizza è cancerogena, ma non allarmarti ora ti spiego quando lo è.

Lo è quando viene cotta al punto che brucia, i punti più esposti alla bruciatura sono i bordi, detto crosta o cornicione e la parte in contatto con la piastra quindi la parte  inferiore.

Analizziamo bene con il dottore Alberto Mantovani ( tossicologo dell’istituto superiore di sanità ) che cosa accade quando il tuo pizzaiolo brucia la tua pizza ??

Quando la fiamma è troppo forte la pasta ( della pizza ) brucia e si forma quella macchia di colore nero chiamato in gergo medico IPA, che non è la birra ma,
Idrocarburi Policiclici Aromatici.

Un vero parolone ma ti basta sapere che si chiama IPA oppure per farla semplice, Bruciato.

Il bruciato però è molto pericoloso per il tuo corpo, perché viene collegato all’aumento di tumori ma anche a squilibri ormonali.
Questa sostanza inquina anche l’ambiente, lo trovi negli scarichi industriali e nelle sigarette.

Leggi con attenzione : Per darti un metro di misura, Mantovani ha dichiarato che i soggetti che fumano ben 20 sigarette al giorno, assumo dal 30 al 50% di IPA, mentre chi non fuma e non è esposto a fumo passivo ne assume circa il 10%, dovuto all’ alimentazione.

Dimmi come mangi e ti dirò chi sei

Vorrei iniziare questo articolo, facendoti una domanda personale.

Sei mai stato dallo psicologo ? 

Be io si, un sacco di volte, del resto se hai letto qualche mio articolo il sospetto è lecito.

Ma a parte l’umorismo, il bello sai qual è ???

Che se mi fossi fermato ad osservarmi mentre mangiavo la pizza, sarei riuscito ad analizzarmi meglio di un professionista.

Non sto scherzando,
sarà capitato anche a te di leggere o di ascoltare programmi in cui si parla del : ” linguaggio del corpo “.

Le statistiche ci confermano che l’ 80% delle volte, il nostro corpo attiva degli automatismi che hanno un significato ben preciso.

Ti faccio un esempio:  Quando la persona con cui stai parlando all’improvviso incrocia le braccia al petto, sta a significare che è in disaccordo con te e cerca attraverso un automatismo del corpo di proteggersi e di respingere il tuo ” attacco”.

Come il corpo ha automatismi che vengono attivati senza il tuo controllo anche l’azione di mangiare una pizza può farti conoscere meglio una persona,

e oggi imparerai a conoscere meglio la persona che è di fronte a te.